Terzo settore e volontariato

 

Comunità Locali La grave crisi del welfar sta ridisegnando l’identità ed il ruolo del tradizionale settore no-profit e della pluralità di enti ed organizzazioni che fondano il proprio impegno sociale sul servizio volontario di uomini e donne. Le Comunità Locali sono abitate, frequentate, alimentate e costituita da organizzazioni formali, informali che si muovono verso mission e finalità differenti. Insieme costituiscono per molte persone quel senso che rende la vita un’occasione preziosa da essere vissuta ed esplorata.

Molti sono gli ambiti in cui il volontariato porta valore aggiunto al vivere comune. In molte aree del territorio italiano il volontariato svolge un ruolo di supporto o addirittura sostitutivo del sistema di welfare state che lo Stato non arriva o sceglie strategicamente di non ricoprire.

Le organizzazioni di volontariato sono realtà molto eterogenee per finalità, struttura organizzativa, funzionamenti interni, mission e capacità di influenzamento delle politiche di sviluppo micro locale. Non di rado si costituiscono attorno a leardership molto riconosciute. Alcuni bisogni che esprimono sono relativi alla capacità di essere attrattive e di saper catalizzare l’attenzione e l’interesse di nuovi volontari che possono contribuire agli scopi delle stesse. Sono anche spesso interessate a sviluppare una proficua relazione con le comunità locali e svolgere una funzione di essere rappresentative di istanze, tematiche della base e del territorio all’interno dei luoghi decisionali delle politiche di sviluppo micro-locale, come nel caso dei Piani di Zona, dei Piani per la Salute.

La recente riforma del Terzo settore, inotre, apre nuovi spazi di integrazione e contaminazione tra il tradizionale settore non-profit ed il mondo produttivo, proponendo una nuova gamma di opportunità su cui fondare la sostenibilità stessa delle azioni di volontariato e nuovi spazi ed opportunità per contribuire (attraverso la generazione di profitti) allo sviluppo socio economico delle comunità.

Realizziamo la consulenza e la formazione per coloro che intendono:

 Rinnovare o riqualificare un’associazione secondo logiche maggiormente partecipative (introduzione del metodo decisionale del consenso), efficaci (introduzione di  modalità di conduzione e gestione facilitate) ed ecologiche (meglio integrate ed in osmosi con il contesto in cui si trovano).

 Progettare nuovi servizi

  Innovare i propri interventi

 Progettare impresa sociale

 Costruire o riqualificare un’associazione in modo che le persone possano trovarvi spazi di realizzazione e riconoscimento

 Poter esprimere le proprie competenze e capacità in favore degli altri o della società

 Coordinare il lavoro di volontari

 Realizzare percorsi di Empowerment delle associazioni, con particolare attenzione alla cura del proprio territorio

I professionisti che si occupano di questi temi

Anna ZumboAnna Zumbo

Rafforzamento delle Organizzazioni e Sviluppo di Comunità


Simone DeflorianSimone Deflorian

Sviluppo Partecipato di Città e Organizzazioni