Anna Zumbo
Rafforzamento delle Organizzazioni e Sviluppo di Comunità

 

Biografia

Scout impegnata a livello locale e regionale, matura sin da giovanissima una curiosità ed una passione politica per i temi della mondialità, della giustizia sociale, e della nonviolenza indirizzandosi alla laurea in Scienze Politiche con indirizzo Politico-Sociale e coltivando negli stessi anni di studio un volontariato attivo nell’accoglienza dei migranti e nella solidarietà internazionale viaggiando in diversi paesi dell’Africa francofona.

Laureata nel 2001 con una tesi di ricerca sui nuovi processi di impoverimento nella città di Sanremo –  propria città natale, già lavora come vice-direttrice della Caritas diocesana di Ventimiglia – Sanremo occupandosi con passione dello sviluppo della dimensione culturale e promozionale propri del mandato dell’organizzazione ed al contempo del rafforzamento organizzativo della medesimo.

La passione e lo studio delle dinamiche squilibrate tra Nord e Sud del mondo  la portano a lavorare intensamente nella formazione delle nuove generazioni e a continuare a formarsi e viaggiare in diversi paesi del Centro America dove, incontrando e lavorando con diverse organizzazioni locali, scopre  la potenza dell’educazione popolare e dell’approccio metodologico di Paulo Freire come leva ed acceleratore dei processi di emancipazione culturale e sociale.

Intanto, in Italia si confronta con l’esperienza di vita comunitaria e la formazione degli obiettori di coscienza, con l’accoglienza e l’integrazione dei migranti sui territori e la formazione sulla gestione dei conflitti e la comunicazione nonviolenta.

Nel 2004 viene chiamata a lavorare presso la Caritas Italiana e si trasferisce a Roma dove spende e rafforza le proprie competenze dedicandosi al rafforzamento organizzativo delle 220 Caritas diocesane  distribuite sul territorio nazionale ed i relativi sforzi di esprimere un mandato di contrasto alla povertà e di animazione delle comunità locali.  Affina in questi anni le proprie competenze come formatore dei formatori e sviluppa un proprio stile metodologico reinventando l’approccio freireano a misura delle sfide poste dai territori. Pubblica  numerosi testi e sussidi in cui sviluppa ed adatta questo approccio per il rafforzamento di gruppi e di comunità.

Nel 2007 co-fonda l’Associazione Popoli in Arte con cui promuovere in Italia la riscoperta dell’approccio metodologico di Paulo Freire.

Diventa mamma di due bambini nel 2007 e nel 2009  e nel 2010 decide, con il marito, di lasciare Roma e partire per Haiti dove, sempre per la Caritas Italiana si occupa del rafforzamento organizzativo e lo sviluppo istituzionale della Caritas nazionale Haiti (nella difficile fase di gestione degli interventi del post terremoto del 2010) e dello sviluppo del piano di intervento di Caritas Italiana nell’isola dove lavora nei successivi 4 anni con almeno un  centinaio di partners locali ed internzionali.

Viaggia ancora in tutto il Caraibi ed in Messico dove visita diverse Universidades campesinas.

Nel 2014 rientra in Italia, interrompe la collaborazione con Caritas Italiana, diventa mamma per la terza volta e sceglie di stabilirsi in Piemonte iniziando l’attività da libera professionista.

Qui si si aprono nuovi percorsi che permettono ad un tempo di mettere a profitto la ricerca e le competenze maturate negli anni e di arricchirne i percorsi appassionandosi alla sfida dell’educazione libertaria dei propri bambini ed alla scoperta delle implicazioni ecologiche del vivere personale e dell’agire societale.

Lavora come consulente e formatore in Italia e all’estero  e sta sperimentando, con altre famiglie modalità di abitare, produrre e partecipare alla vita sociale intorno agli assi di solidarietà,  convivialità e sostenibilità.

Anna Zumbo

     Pubblicazioni

     Articoli

     Convegni

     Area di intervento

     Riferimenti

     Biografia